.
Annunci online

lacrimedelvento
sarò essenziale, prima che si desti l'aurora


Diario


21 dicembre 2008

Non è per sempre

Sono stato a Venezia, dal 30 novembre al 4 dicembre.
E' ancora la mia città, checché ne dicano le ultime persone con cui ci erostato - era questo l'errore, andarci in compagnia -prima di questo meraviglioso viaggio.
Di sera lo diventa ancora di più, quando la solitudine è naturale e non la devicercare,
quando le luci sfumano il calore e il chiarore nell'umido,
e le persone si raccolgono lasciando solo gli sguardi scoperti.
I portoni, poi, si aprono illuminando di turchese i canali bui
e le voci tacciono
e Venezia è il posto del silenzio.
Il posto per me.
Per me solo.
    Sono stati, poi, cinque giorni in cui ho
continuamente giocato con me stesso.
Ho tracciato mille sentieri possibili percorrendoli solo per un passo
ed ogni volta che ho indugiato
sono riuscito a scuotermi e a fare altro.
E ad essere altro, soprattutto.

E’ da poco passato il 18 dicembre, e sono circa
quattro mesi da quando ho deciso di perdere 10kg.
Ce l'ho fatta.
Li ho persi. Tutti.
Senza troppi sforzi, senza alcuna amarezza.

Ho anche finito gli esami.
Se non fosse per una maledetta registrazione di un
esame che ho fatto e che è misteriosamente scomparso dal piano di studi
- sostituito da un altro, per giunta -
potrei dire che mi manca soltanto di sedermi davanti alla commissione di laurea
e discutere del mio bell'argomento, scelto e studiato da me.
Solo da me.

Mi accompagna da un po' di tempo
la consapevolezza di dovere a me stesso
tutti gli sforzi necessari per
diventare l'uomo che voglio essere.
E, ad osservar bene come vanno le cose,
sono davvero felice d'aver compreso
che quasi tutto va
per come noi lo abbiamo indirizzato.

Questo blog chiude.
Chiude perché tutto quello che ho scritto fino ad adesso in questo post
si scontra inesorabilmente con l'immagine di me che
questo blog ha sempre trasmesso.
In altre, povere parole
sono un altro.
E perché quello che cerco, ora, nella vita
è troppo, troppo diverso rispetto a quello che
ho incontrato "grazie" a queste pagine, a queste parole.
Sono stanco di incontrare passati ingombranti, che determinano inesorabilmente
Ed inevitabilmente le scelte dei rispettivi presenti.
Non ne posso più dello scarso impegno nelle relazioniinterpersonali.
Non ne posso più dello scarso impegno nelle relazioni sociali.
Non ne posso più dello scarso impegno.
Sono stanco di vedere persone che aspettano che la vita vadaloro incontro.
Sono stanco soprattutto di persone che dicono di voleressere qualcosa
E poi non s’impegnano nel diventarlo, o perdono occasioni, oancora peggio
Compiono gesti che vanno in direzione opposta alle proprie–presunte, a questo punto- aspirazioni.
Sono tutte cose che ho fatto anche io.
E che non posso permettermi più.


 Avrei inoltre voluto postare decine di video,
di canzoni,
di scritti
negli ultimi mesi.
Ma non l'ho fatto, perché erano tutti assolutamente
incoerenti
col me stesso che traspare da qui.
Vista questa impossibilità, mantenere questo posto
non ha senso.

Questo blog, lo ripeto, chiude.
Io, invece, apro.
Apro a tutte le persone che volessero parlarmi.
Chiunque in questi anni si sia dimostrato “interessato”
ha ora i miei contatti, anche quelli più strettamente personali,
qualcuno ne ha persino di intimi.
Non ci sono più persone in sospeso.
Non ce ne saranno più.

Ho bisogno, purtroppo, di stravolgere vite.
Ho bisogno, per fortuna, che la mia vita venga stravoltadalle persone.
Non per trovare equilibrio.
Ma per restare in un equilibrio, modificandolo sempre.

Ma per stravolgere ci vuole
Impegno.
Per rivoluzionare ci vuole
Impegno.
E coraggio.

Chiedo perdono per tutte le volte che non l’ho avuto.
Chiedo perdono per tutte le volte che non l’avrò.





Dici che i tuoi fiori si sono rovinati,
non hai abilità.
Questa nazione brutta ti fa sentire asciutta,
senza volontà.
E gioca a fare Dio manipolando il tuo DNA.
Così se vuoi cambiare invece resti uguale,
per l'eternità.

Ma non c'è niente che sia per sempre,
perciò, se è da un po' che stai così male,
il tuo diploma in fallimento
è una laurea per reagire.
Puoi fingere bene,
ma so che hai fame.

Tutto è efficacia, razionalità,
niente può stupire.
E non è certo il tempo quello che ti invecchia,
che ti fa morire.
Ma tu rifiuti di ascoltare ogni segnale che ti può cambiare,
perchè ti fa paura quello che succederà
se poi ti senti uguale.

Ma non c'è niente che sia per sempre,
perciò, se è da un po' che stai così male,
il tuo diploma in fallimento
è una laurea per reagire.
Sai fingere bene,
ma so che hai fame.

Non è niente, non è per sempre.
E troppo ormai che stai così male,
il tuo diploma in fallimento
è una laurea per reagire.

Non è niente, non è per sempre

Il tempo si può sconfiggere.
Ma niente è per sempre
[Neanche l'amore (sigh)
Figuriamoci tutto il resto]
E a chi fa la battuta sul diamante
Randellata - non violenta - sui denti
Ciao!

p.s.: 'sto cannocchiale funziona davvero una merda!






permalink | inviato da lacrimedelvento il 21/12/2008 alle 12:21 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
sfoglia     ottobre       
 
 




blog letto 108598 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
Oggi Ho Capito Che
PhotoBlog
Le Parole Paracule
Meraviglie dall'universo
L'angolo di Arturo

VAI A VEDERE

Lo scaffale coi libri


  "La solitudine è il destino di tutte le grandi menti: un destino a volte deplorato, ma sempre scelto come il minore di due mali."
    A. Schopenhauer


  
   mail\msn to : orangepenguins@hotmail.com 

 
Adoro
-
gli sguardi delle donne
- scoprire il non evidente di ogni Essere
-
ricercare la solitudine nei suoi luoghi
- osservare
- comunicare
- la Natura e le sue Forme
- Friedrich, Turner, i pittori preromantici
- I peanuts
- Paolino Paperino
- Orione e il mistero delle Piramidi di Giza
- Venezia
- I Pinguini
- L'arancione
- A. Schopenhauer
                          

Non tollero
- la cattiveria gratuita
- l'immobilismo di pensiero
- il non tener in conto gli altri

Libri apprezzati
- Oceano Mare, A. Baricco
- Il signore degli Anelli, J.R.R. Tolkien
- Dieci piccoli indiani, A. Christie
- Alice in wonderland, L. Carroll
- Il mio anno preferito, a cura di N. Hornby
- Tutti i libri di Josè Saramago letti finora (Le intermittenze della morte; Cecità; Tutti i nomi)
- L'enciclopedia della birra

Film
- Alice nel paese delle meraviglie, W.Disney
- La trilogia de Il signore degli Anelli, P.Jackson
- La trilogia di Indiana Jones, S.Spielberg
- La trilogia di Ritorno al futuro, R.Zemeckis
- The Matrix, Wachowski brothers
- Chiedimi se sono felice, A.G.G.
- Al di là dei sogni, V.Ward 
- L'attimo fuggente, P.Weir
- Master and commander, P.Weir
- Pensavo fosse amore invece era un calesse, M.Troisi
- Pane e Tulipani, S.Soldini
- Stargate, R.Emmerich
  
- La leggenda del pianista sull'oceano, G.Tornatore
- Johnny Stecchino, R. Benigni
  
 
Questo BLOG non rappresenta una
testata giornalistica in quanto viene
aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un
prodotto editoriale ai sensi della
legge n. 62 del 7.03.2001.


 
               >



>

CERCA